Adolescenti e web

Perché i ragazzi di oggi stanno sempre connessi alla rete, ai social e a tutto ciò che è web?

Per affrontare questo argomento occorre partire da un altro punto. Per capire come e perché i ragazzi di oggi ai nostri occhi siano sempre attaccati allo smartphone è necessario fare un passo indietro e tenere a mente un presupposto fondamentale: la famiglia è cambiata e il modo di fare i genitori anche.

Leggi tutto “Adolescenti e web”

Un Natale fuori tempo

Avete presente quella sensazione che si prova quando si è un po’ giù di corda e per radio passa una musica allegra e spensierata? Spesso ci fa sentire ancora peggio, incapaci di sorridere come sembrano invece riuscire a fare tutte le persone intorno. Ci si sente soli e, a volte, un po’ sbagliati. Fa sentire dissonanti, non a ritmo, fuori tempo.

Leggi tutto “Un Natale fuori tempo”

Mi leggi una storia? La lettura come ponte relazionale fra adulti e bambini

Il libro viene spesso visto come un mezzo di apprendimento, e certamente lo è fin dalla primissima infanzia: se la lettura diventa una consuetudine, si crea nel bambino l’abitudine all’ascolto, si sollecitano la sua immaginazione e la sua curiosità, e i suoi tempi di attenzione a poco a poco si dilatano.

Leggi tutto “Mi leggi una storia? La lettura come ponte relazionale fra adulti e bambini”

Rivolgersi a uno psicologo

direzione - freccia - percorso - muro - bianco - incisione

Per trovare uno spazio per sè, dove sentirsi ascoltati senza essere giudicati.

Per trovare un nome agli stati d’animo, talvolta confusi, che si muovono dentro di noi.

Per non sentirsi soli.

Per non farsi bloccare dalla colpa, dalla vergogna o da un senso di incapacità.

Per poter lavorare su noi stessi, mettendoci in gioco, nella relazione terapeutica.

Per conoscerci meglio, guardandoci da prospettive finora sconosciute.

Per affrontare i timori, provando a perseguire i nostri desideri e i nostri obiettivi.

SalvaSalva